logo

Dove Siamo

  • perito Imola
  • Indirizzo: via Imola Centro, 1
  • Provincia: BO
  • Città: Imola
  • Cap: 40026

Perito Imola

featured image

Sapevi che tantissime persone cercano un perito a Imola? Perché allora non prendere questo spazio web?

Non esitare a contattarci possiamo fornirti le informazioni necessarie per aiutare la tua attività di perito.

Fatti conoscere fin da subito da tutti quelli che vanno alla ricerca di un perito a Imola, in molti potrebbero aver bisogno di te.

Contattaci





In zona puoi trovare anche:

GOLLINI PAOLA

VIA MASSIMO D'AZEGLIO, 3
40026IMOLA (BO)

Tel. 054226152

PREDIERI ANGELA

VIA COGNE, 11
40026IMOLA (BO)

Tel. 0542641672

STUDIO TECNICO GEOM DAVIDE SCHEDA

VIA EMILIA, 147
40026IMOLA (BO)

Tel. 05421902467

GAZZILLO PRISCO

VIA EMILIA, 232
40026IMOLA (BO)

Tel. 054225537

LIONELLO RUDI

VIA MURAGLIONE, 1
40026IMOLA (BO)

Tel. 054250119

STUDIO SANT' ILARIO SRL

VIA GIUDEI, 36
40026IMOLA (BO)

Tel. 054226960


Consulente o Perito a Imola

Le attività svolte dai periti a Imola si esplicano nei settori industriali, assicurativi e commerciali. Le competenze professionali dei periti sono espresse in cinque grandi categorie:

– Periti industriali;
– Periti agrari;
– Periti chimici;
– Periti assicurativi;
– Periti tecnici;

Ognuna di queste categorie ha naturalmente specifiche conoscenze per la materia trattata. L’attuale legge sui periti prevede che essi, dopo il percorso formativo accademico, svolgano un Esame di Stato, essendo già in possesso di una laurea almeno triennale (salvo che per i periti a cui è sufficiente il diploma delle scuole superiori), per essere iscritti all’Albo Professionale. Come per le altre professioni anche il perito deve alle spalle un periodo di tirocinio o praticantato di almeno 6 mesi.

Trattandosi di una professione abbastanza elastica con l’iscrizione all’Albo dei Periti è possibile lavorare sia nel settore pubblico (come dipendente di un’Amministrazione Pubblica) che nel settore privato (come libero professionista). L’attività peritale copre ampi settori nell’attuale mondo del lavoro, da quello navale a quello nucleare, da quello tessile a quello chimico, dal settore informatico al settore alimentare.

Fare il perito a Imola non è difficile se si dispone di tutti i requisiti previsti dalla legge e cioè:

– Cittadinanza italiana o europea;

– Godimenti dei diritti civili;

– Buona condotta;

– Laurea almeno triennale (o diploma specifico dove ancora richiesto);

– Residenza nel comune o nella provincia di Imola;

– Possesso dell’abilitazione professionale;

Dopo l’iscrizione all’Albo la professione di perito può essere esercitata dovunque nel territorio italiano ed europeo.

Le prestazioni dei periti vengono fornite su espressa richiesta fatta dall’utente privato o impresa che sia (in molti casi anche su richiesta da parte di un organo pubblico, come per esempio i consulenti tecnici per Tribunale) per lo specifico campo di competenza del professionista. La prestazione è soggetta all’emissione di una parcella che deve essere conforme alle direttive tariffarie emanate dall’Albo di appartenenza.

Solitamente il perito redige una relazione tecnica, che ha funzione amministrativa e legale, in quanto tale relazione costituisce una vera e propria perizia. Per la propria attività peritale si assume solo in certi casi la responsabilità di quanto relazionato, in quanto alcune materie concettuali spesso sono soggette alle cosiddette contro-perizie.

Tuttavia l’attività del perito è indispensabile in moltissime occasioni, soprattutto nell’ambito pubblico, dove un particolare servizio è disciplinato dal possesso di una relazione tecnica peritale. Esistono anche perizie giurate spesso legate al mondo giudiziario, con cui un perito si assume la responsabilità di garantire ed accertare che una determinata cosa per la quale ha specifiche competenze si trovi in un determinato stato (vera o falsa) o in una determinata condizione.

La consulenza del perito può essere ricevuta semplicemente in studio, ponendo il quesito ed attendendo una risposta concreta su questioni che rientrino nel campo di competenze a cui il perito fa riferimento. E’ buona norma accertarsi sempre che un perito sia iscritto all’albo e in taluni casi pretendere di visionare il curriculum e le attestazioni di capacità tecnica per una specifica materia, poiché spesso accade che molti periti in assenza di lavoro sconfinino in campi per i quali non hanno adeguata preparazione, fornendo di conseguenza prestazioni di scadente interesse o addirittura contro producenti all’utente che le ha richieste. Il feedback ed il passaparola di chi ha avuto delle prestazioni da un perito rimane ancora un ottimo strumento preventivo prima di scegliere un qualsiasi perito.

Qualche informazione su Imola

Imola è uno dei più grandi comuni della provincia di Bologna, con i suoi quasi 70mila abitanti, ed è famosa nel mondo non solo per il turismo e per l’arte, ma anche per la presenza dell’autodromo, intitolato a “”””Enzo e Dino Ferrari””””, che ora non ospita le gare di Formula 1, ma in passato è stato teatro di avvincenti duelli con protagoniste proprio le “”””rosse”””” di Maranello.

Raggiungere Imola è facilissimo sia attraverso l’autostrada adriatica, che in treno, ed anche in aereo, dati i soli 30 chilometri di distanza da Bologna. Imola è anche una delle città della ceramica, con una importante Cooperativa, che produce pavimenti in gres porcellanato, ed è attualmente il gruppo “”””leader”””” in Italia in questo settore.

Tra le cose da vedere durante una visita a Imola, c’è sicuramente la Rocca Sforzesca, risalente al “”””Duecento”””” che al suo interno ospita sia un allestimento di ceramiche medievali di grande prestigio, che una collezione di rare armi antiche. Inoltre, si può passeggiare sui suoi “”””camminamenti”””” gustando un panorama a 360° che offre la visione sia dell’Appennino che della pianura che circonda la città. Molti sono anche i palazzi nobiliari che si trovano nel suo centro storico, che in gran parte sono aperti per le visite al pubblico. Tra questi il più suggestivo è sicuramente Palazzo Tozzoni, con le sue cantine nelle quali si trova una collezione di attrezzi e strumenti legati alla civiltà contadina; nei piani superiori, invece, si trovano degli arredi splendidamente conservati. Di grande interesse è anche il Museo di San Domenico, che si trova nel chiostro di un ex convento, quello dei Santi Nicolò e Domenico, situato vicino all’omonima chiesa. In questo museo sono ospitati sia la sezione archeologica del Museo “”””Giuseppe Scarabelli””””, che la Pinacoteca Civica nella quale si trovano opere di maestri di epoche diverse, come Bartolomeo Cesi, Innocenzo da Imola, De Pisis e Guttuso.

Periti del Tribunale una professione rinnovata

I Consulenti del Tribunale sembrano davvero non conoscere crisi. Ci sono periti a Imola che svolgono servizi per la magistratura, con enorme vantaggio economico quando dimostrano di essere particolarmente preparati in una determinata scienza.

I nuovi periti che lavorano nell’ambito forense, ormai, vivono un’esperienza in stile CSI, svolgono mansioni di investigatori, sono in grado di far condannare o scagionare un imputato. L‘evoluzione tecnologica ha potenziato figure professionali che fino a qualche anno fa erano al margine della libera professione. Si pensi a quei periti che ad esempio svolgono indagini che riescono a stabilire con certezza se un’arma da fuoco è già stata usata in altri eventi criminosi.

Periti e pirati: la guerra informatica

Nel nuovo millennio i periti informatici si sono trasformati in cacciatori di hacker, sempre più aziende sono alla ricerca di professionisti della sicurezza internet o nel campo della telematica. I periti informatici a Imola sono spesso ricercati poiché anche qui pare ci sia una importante richiesta. La protezione e la garanzia di funzionamento degli apparati protegge l’economia delle imprese online. Gli hacker hanno l’obiettivo di rubare dati o alterare i sistemi di pagamento al fine di conseguirne un ingiusto vantaggio.

Lo scopo dei periti informatici è assicurarsi che nessuno penetri nei sistemi per danneggiarli, rubare informazioni o addirittura metterli fuori uso. Il perito diventa il tutore della privacy di moltissimi utenti, basti pensare ai server e-commerce che gestiscono migliaia di dati sensibili.

Periti industriali solo con la laurea: è legge

L’iter legislativo che impone ai periti la laurea triennale ha avuto il via libera. Dal prossimo 2021 tutti i periti che intendono iscriversi all’Albo Professionale dovranno possedere la laurea (almeno triennale). Il maggior vantaggio è anche ottenuto dagli attuali iscritti all’albo dei periti di Imola che non hanno laurea, poiché godranno degli stessi diritti e delle medesime opportunità riservate ai laureati.

Questa nuova norma vuole alzare la competitività dei periti italiani e portarla agli stessi livelli dei colleghi europei. La maggior parte delle organizzazioni sindacali e professionali approva questa scelta del Governo, ritenendola idonea ad armonizzare la concorrenza nell’ambito dei lavori svolti sul territorio comunitario. Con questa scelta il livello di competenze tecniche è senza dubbio più elevato rispetto a quello attuale.

Il perito e le sue responsabilità civili

Vi siete mai chiesti perché i periti a Imola hanno quasi tutti una polizza assicurativa? Una ragione c’è e va ricercata nella responsabilità civile. Come tutti gli esseri umani anche un perito potrebbe sbagliare e chi paga i danni in caso errore? Viene in aiuto la polizza assicurativa di responsabilità civile per i periti. La polizza offre garanzie risarcitorie in tutti quei casi laddove l’attività del perito possa cagionare danni a terzi. E’ ovvio che questa non elimina le responsabilità penali, ma è di supporto in tutte le cause civili.

Possedere una polizza assicurativa per responsabilità civile è indice di etica professionale e di serietà da parte del perito, in quale ha la consapevolezza che nel caso di un suo errore la parte che ne ha avuto un danno può essere risarcita. Il costo di queste polizze è annuale ed i prezzi sono tuttavia abbordabili.